…i miei primi, ed unici, 40 anni…

..da non molto ho varcato la soglia di una età stravagante, e priva di ogni giustificazione.Mi son chiesto : ma perche’ sei giunto a questo traguardo allorchè sin dall’inizio della tua esistenza non te l’eri fissato ?Ecco un esempio di come possa raggiungersi un obbiettivo senza poter incidere granchè riguardo la sua verificazione. Questa eta’, dunque, ci costringe a “ripensare al passato” , donandone un senso genericamente positivo , e ricercando cavillosità , per spiegarne “l’improbabile” aspetto negativo. Il mio “ieri” è assurdamente positivo, costellato, com’e’,da un profluvio di emozioni, sensazioni ed ideazioni. Nel mio passato ho conosciuto lei, e rimango conscio di poterla rendere felice nel mio futuro, usando il presente come elemento di unione fra due epoche , entrambe memorabili. Nel mio passato ho conosciuto me stesso e conto di farci i conti non appena allentera’ la tensione e si lascera’ , con ampio deliquio,vivere : magari con lei; un poco con lei ; almeno una volta con lei .No , no..lei sempre con me rimane . Dovremo festeggiare un altro anniversario : quello della nostra felicità

…i miei primi, ed unici, 40 anni…ultima modifica: 2004-05-08T09:49:50+02:00da inaudito
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “…i miei primi, ed unici, 40 anni…

Lascia un commento