…l’amor ch’amai

“ stamattina, forse l’orologio l’avrò dimenticato chissa’ su quale marmetto di quelle caratteristiche fontanine, che ancora oggi, sparse qui e li’, si ritrovano, per adornare …quasi, quei loculi marmorei…circostanti, avevo avvertito il “divagante ” desiderio di sentirti, assaporando di te la suadente dolcezza, e per immergermi, alfine, in quel mare di plastiche sensazioni , che spargi nell’aria …sull’onda mistica di … Continua a leggere

…sogno di un mondo diverso…

….e’ come le favole .Tu ti accovacci sul gradino antistante lo scoppiettante caminetto, unisci le mani , incrociando le dita, ed ascolti quelle parole che sembrano un’ armonia . Ed esse ti penetrano , attraversando la pelle , e giungono fino al cuore , riempiendolo di gioia. Un lieve sorriso s’adagia sul tuo viso, gli occhi s’accendono di mille luci … Continua a leggere

…una banca travestita da posta

..Solitamente , nel centro cittadino , tra luci e colori , scintillii ed urla , si staglia, in bella posa, una Agenzia Postale “disordinatamente” proficua. Simbolo di opulenza , e vaste contraddizioni, con quella sua “regolarissima struttura scevra di adornamenti ed orpelli, manchevole della benche’ minima sfumatura architettonica, opera , come immane ombra, quella che e’ definibile “ il ricettacolo … Continua a leggere

…lamentela in un paese “carente di cassonetti per i rifiuti “

La disposizione a mo’ di scacchiera dei cassonetti per l’immondizia , bene questo considerato pressoché inutile, negli ultimi tempi ha subito delle evoluzioni, esattamente come avviene per il gioco degli scacchi : le pedine si muovono, il cavallo avanza, la regina si sposta , e ,man mano che la partita scorre, molti pezzi , originariamente presenti, vengono”mangiati”. Ma tra il … Continua a leggere

….Le disperazione di una solitudine – dedicato a M. Pantani

”Me l’hanno ammazzato, me l’hanno ammazzato”. E’ quanto ha detto la mamma di Marco Pantani, Tonina, sul traghetto che la riportava a casa, partito da Patrasso e approdato al porto di Ancona per dare l’ultimo saluto a suo figlio , oramai spentosi . Vederlo disteso , non sul selciato , come avrà fatto tante volte nella sua carriera da ciclista, … Continua a leggere

….il “glande” fratello ….

…versione di un noto film hard core, girato in una casa a “tolleranza zero”, dove , tra frasi d’improbabile italiano, sopperite da parolacce “applaudite”, e movimenti “verticistici(non visti dalla telecamera) tra corpi in grado di con-penetrarsi , s’eleggeva un mito, una leggenda, assolutamente non valevole nel prosieguo della sua esistenza——…

…una fine…

..In un punto oscuro, di una vecchia strada senza uscita, giaceva , rannicchiato su se’ stesso ,un pover uomo. Un fil di vento gelido lo scosse, facendogli sentir le stilettate, ed alfin , girando intorno all’emaciato corpo , lo prese nel suo vortice e al ciel condusselo.

….punto di partenza…

…..stamattina ho visto un albero d’arancio piantato al centro di un campo.Intorno grovigli di vegetazione , e qualche foglia di timo ch’odorava l’ambiente, ed il cui olezzo si confondeva con un retrogusto di arancia, che , da poco degustata. L’avevo comprata al mercato ed era la sola rimasta in una cassetta di legno..: proveniva dall’albero …al centro di un campo……

…rivolto ai “lupi solitari”

………Sto scrivendo una tesina sulla iosempremestessomeedancorameiz zazione …delle masse avulse, e col sottotitolo”..l’altore non anodino del sinecismo.Nella parte finale vien detto che “..qualora due persone si incontrassero in un deserto, dopo cento anni di eremitaggio, sicuramente disquiserebbero, litigando:-),asserendo, entrambi, di aver provato la massima solitudine possibile.Ecco un modo di relazionarsi, pur volendo rimanere soli: ossimoro della vita sociale . Aloha:-)